Fiandre – Bruges e Gand cosa vedere?

Seconda Guerra Mondiale. Hitler decide di imporre il proprio predominio anche sul mondo dell’arte e proponendo la costruzione di museo a Linz in Austria. Durante la guerra esperti d’arte e non solo, decidono, in tutto il mondo, di salvare, mettere al sicuro o nascondere le grandi opere della propria nazione. Succede lo stesso anche in un piccolo paesino delle Fiandre, Gand, dove risiede il monumentale Polittico dell’Agnello Mistico di  Jan van Eyck. Dapprima in viaggio verso il vaticano, poi il polittico devia sui Pirenei francesi, ma non trova posto sicuro nemmeno li, ed infine nel 1942 l’opera va a finire in mani naziste e nascosta in una miniera di sale insieme a molte altre opere. 

1500, Firenze, Michelangelo Buonarroti lavora senza sosta al suo personale colosso: il David. Passionale e sanguigno lo scultore dedica molte sue energie a quest’opera ma, un giorno, i commercianti di stoffe fiamminghe della famiglia dei Mouscron, fanno visita al frenetico artista. Non poteva mandarli via erano “raccomandati” dall’amico e banchiere Jacopo Galli. Non chiedevano un’opera grandiosa, ma semplicemente una Madonna, modesta, con bambino. Avrebbero pagato profumatamente. E così Michelangelo fra ritagli di tempo ed in segretezza creò un’opera delicata e raffinata, quasi somiglia ad una figura di Raffaello. La statua della Madonna di Bruges doveva collocarsi nella cappella della famiglia Mouscron, capriccio estetico della ricca famiglia fiamminga.  

Eppure fu proprio un altro folle capriccio che fece trovare posto alla delicata statua nella stessa miniera del Polittico di Eyck. Hitler mise le mani anche su di lei. Coperte frettolosamente e chiuse da centimetri di rocce e terriccio l’opera di Eyck e la Madonna di Michelangelo si trovavano faccia a faccia nella stessa condizione, impolverate e maltrattate, tolte dal loro posto. Sul finire della guerra però degli uomini riportarono alla luce, con non poche peripezie, queste ed altri 5 milioni di opere. Sembra la trama di un film, o di un libro, vero? Ed infatti lo è. Monuments Men libro di Robert Edsel ha ispirato l’omonimo film di George Clooney. Racontano di questa storia, nella fattispecie, quella della squadra speciale  Monuments, Fine Arts, and Archives gruppo militare incaricato di proteggere o ritrovare i beni culturali degli Alleati. E’ grazie a loro se oggi le due opere, Il Politico di Eyck e la Madonna di Michelangelo, si trovano rispettivamente a Gand e a Bruges.  

Prima del nostro viaggio in Belgio conoscevamo già questa storia ed è stato bellissimo poter ammirare queste due opere dal vivo, quindi vi consiglio, fosse solo per questo motivo, di visitare entrambe le città.

Come raggiungere Bruges e Gand?


Noi abbiamo alloggiato nella capitale Belga.
Da Bruxelles partono diversi tour in giornata potete cercarli facilmente online.
Bruxelles è una città davvero centrale (sia per viaggiare per piacere che per lavoro)  da qui ci siamo spostati in diversi posti ed è possibile farlo nell’arco della stessa giornata, magari noleggiando un auto oppure affidandosi ad un tour. In genere prenotiamo l’hotel in un punto centrale e poi portiamo con noi il minimo indispensabile, magari per una notte, e se ci va di fermarci lungo la strada lo facciamo. Questi prodotti servono allo scopo, soprattuto se abbinate un viaggio di lavoro ad uno di piacere clicca qui e clicca qui

Cosa vedere a Bruges? 

La Madonna di Michelangelo si può vedere nella Chiesa di nostra Signora.

Consigliamo di fare prima un giro in battello su i canali e fermarsi al lago Minnewater così da avere una visione generale della città.

La Cattedrale di San Salvatore e la Basilica del Sacro Sangue sono altri due punti di interesse, nel secondo troverete un sacco di turisti perché si narra che sono raccolti qualche ml di sangue del Cristo. Ovviamente è una leggenda. Ma attira un sacco di turisti, potete soffermarvi anche solo ad ammirare la facciata, che a mio avviso è molto più bella.

Due Piazze: piazza Mercato, dove si può trovare facilmente qualcosa da mangiare, e Burg, dove sorge una fortezza. Se vi attira l’idea di vedere un panorama dall’alto c’è il campanile, Beffroi.
Vi metto il link su maps per farvi vedere il percorso che abbiamo seguito.

ITINERARIO MAPS

Cosa vedere a Gand? 

Il Castello, il  St Michael’s Bridge  e la cattedrale di San Bavone saranno le prime cose che vedrete una volta arrivati a Gand.

Vi consigliamo un’attività all’aperto, ossia visitare Il Graslei e il Korenlei, letteralmente “Riva delle Erbe” e “Riva del Grano”. 

Gand era anticamente una città portuale. Queste due banchine erano il centro nevralgico della città.  Vi metto il link su maps per farvi vedere il percorso che abbiamo seguito.

ITINERARIO MAPS 

Cosa mangiare?

Come saprete il Belgio è diviso in tre parti Fiandre, Vallonia e Bruxelles. In tutte queste zone assaggiate cioccolata, birra e patatine fritte (hanno anche dei musei sulle patatine fritte). Esclusivo delle Fiandre è il Waterzooi una zuppa o di pollo o di pesce, buona. Seppure lo troverete anche in altre zone del Belgio, vi consiglio di mangiare un  Waffle a Bruges molti caffè del posto usano uova fresche! 

Cosa aggiungere? Noi abbiamo amato Bruges e Gand, la prima più  Femmina, elegante raffinata e rilassante. Gand viene definita come il Maschio delle Fiandre, un pò più grezza e dura come città, ma altrettanto affascinante. Noi vi consigliamo di visitarle entrambe! E speriamo un giorno di ritornarci!

3 pensieri su “Fiandre – Bruges e Gand cosa vedere?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...