L’ Aereo

    Dai libri di Epica a quelli di storia, ai film in bianco e nero ai cult fantascientifici, l’uomo ha sempre sognato di volare. Capelli fluenti e luminosi che riverberano in aria, sguardo fiero e mascella pronunciata, posa tipica del più noto eroe Dc comics e infine un mantello lungo e colorato per coprirci la sciatica de eventuali spifferi: diciamoci la verità,😏 vi  immaginavate anche voi così la vostra prima esperienza di volo?! Si?! Bene! non sono l’ unica ad avere bisogno di un aiuto psichiatrico.
manu_volo_illus.Emanuela_Novella
C’è invece chi di un aiuto psichiatrico ne ha bisogno, ormai non è strano, spero che non siate fra quelli che fanno dei medici della mente un tabù; in ogni caso non so se vi è mai capitato di sentire, poco prima di spiccare il volo, un dolce profumo di ciliegia, non è un soft drink che stanno miscelando le hostess per il vostro comfort ma sono delle famose goccine che aiutano a gestire l ansia e il panico, perché diciamoci un’ altra verità, a tutti fa, più o meno, paura volare.
    MA questo post non parlerà delle paure comuni che abbiamo tutti mentre siamo in volo, dei vuoti d’ aria, della possibilità che divampi un incendio, di un dirottamento terroristico, della paura di precipitare piuttosto che il terrore di avere un malore a bordo o un vicino maniaco (come sono malvagia) no! non vi parlerò delle percentuali di sopravvivenza fra i vari mezzi di trasporto bensì vi parlerò di quei confort o disagi che rendono più o meno sopportabile la nostra permanenza in volo.
    Iniziamo con il dire che io ho un piccolo problema di equilibrio, per via della cervicale,  tanto che al ritorno da Barcelona, dopo una notte infernale, avevo lo stomaco in rivolta, sentì, per via di un lieve vuoto d aria, la sensazione che stessimo precipitando, mi alzai in piedi urlando e inveendo contro la porta del capitano, ovviamente tutti pensarono che stessi scherzando (non so come mai tutti ridono quando sono arrabbiata), e io lo lasciai credere e fra stupore e risate tornai a sedermi, mentre mio marito si era già dileguato. Inoltre ho una grazia e una leggiadria simile a 🐘 Babar in un negozio di cristalli (mia madre quando ero piccola diceva che ero Attila, e che dove passavo io non cresceva più l’ erba) ancora oggi ha ragione. Quindi sommate il fattore che chiameremo Manu (ossia: indice di massa corporea x equilibrio precario x goffaggine) in mio onore, non sia mai qualche ingegnere decidesse di usarlo nella progettazione di un nuovo aereo, a: spazio piccolo e moltiplichiamo il tutto con ginocchia e piedi sporgenti e avremo:
Fattore Manu + >spazio
x  ginocchia e piedi sporgenti
= un disastro di proporzioni epiche
    Ogni volta che mi alzo per raggiungere la toilette lascio dietro di me uno sterminio  di ginocchia tumefatte, piedi pestati, gomitate in testa e una marea di scuse in tutte le lingue del mondo. Approfitto per chiedere scusa ai molteplici passeggeri caduti in battaglia.
manu_danni_illus_Emanuela_Novella
Per non parlare di quando poi mi trovo seduta in una fila da tre vicino al finestrino, io rischio di gambizzare la gente, e dato che mi vergogno talmente, avvolte, quando proprio la mia vescica sta per esplodere decido di contare fino a tre e alzarmi e andare in contro all’ inevitabile, per poi scoprire che ci sono le hostess con i carrellini  da entrambi i lati. 😑😑😑 Cosa fareste voi?!
Opzione 1:  mi dico, se torno a sedermi, dovrò rialzarmi e il tipo/tipa a quel punto mi denunciano
Opzione 2: aspetti in impiedi e resisti fino a quando fibia e perone non sono tutt’uno con il sediolino e  non ti viene una paralisi dato che devi tenere piegata la testa (opzione attuabile solo se sul’ latro sediolino seduto vi è mio marito)
Opzione 3: aspetti in in piedi nel corridoio annunciando a tutti quanto sei imbecille, che non hai visto le hostess…
Opzione 4: puoi dire sempre che devi prendere qualcosa dalla cappelliera, genio! Certo farò così! E senza dare nell’occhio inizio a temporeggiare e a borbottare qualcosa mente mi nascondo nella borsa tipo struzzo. Infine:
Opzione 5: per i più coraggiosi vi avverto, con fare da duro tipo boxer siculo malavitoso vi dirigente decisi verso il vostro obbiettivo senza proferire parola con passo fermo e arrivati all hostess con sguardo cattivo e truzzo guardate con sufficienza come per dire “senti io devo passare bella ora è un problema tuo come fare, capisc?!”.
    Arrivati alla meta, non so se per i maschietti è così, ma per la donna l’ atto di espulsione liquidi rivela se hai la dovuta conoscenza o meno della fisica perché hehe il nostro cervello ci inganna l’aereo a noi sembra dritto mentre camminiamo, ma in realtà se sta virando, anche leggermente, la vostra pipì malvagia lo sa, e quindi dovrete fare di tutto per riportare in asse, provando e riprovando, il vostro baricentro.
    Ma onde evitare questo, e danni irreparabili alla mia vescica, con Marco abbiamo deciso di prendere, per i viaggi lunghi, solo voli partner Skyteam, abbiamo anche la card, che oltre il magico pass della fila veloce e offerte vantaggiose per quanto riguarda le miglia, questi aerei sono grossi, più grossi! Le hostess ti nutrono in ogni momento, le file sono larghe, puoi giocare o vedere film  nuovi da schermi touch, i sediolini sono comodi ci sono delle zone tipo, boulevard, dove è possibile passeggiare per sgranchirsi le gambe , fare nuove conoscenze, portare il cane a fare la pipì (qui ho esagerato), sedie massaggianti, bar e bagni confortevoli. Sempre in classe economy senza costare un capitale, ma poco più di quanto pensate, vedete qui, certo i voli low cost permettono di visitare posti a prezzi stracciati, ma se per cinque ore di volo rischio il rachitismo preferisco risparmiare sul  parrucchiere ad esempio ma volare come si deve!
    Un’ altro posto dove i vostri disagi in volo sono relativi sono i voli in Asia. Eh?! Si i voli in Asia …non so se qualcuno di voi c’è stato e può condividere con me quei momenti. Per quanto mi riguarda i voli in Cina i miei disagi sono passati tutti in secondo luogo, perché? Glia aerei sono super comodissimi? Le hostess affabili e multilingue? I cinesi sono piccoli e occupano poco spazio? No. I miei disagi sono passati in secondo luogo perché lì devi pensare a sopravvivere. L’ esperienza di volo in Cina è assurda, gli aerei sono nuovi e confortevoli, il cibo ottimo, e la gentilezza delle hostess riguardevole, ma il falso mito dei cinesi visto come popolo mesto è gentile e’ una bugia! Enorme quanto tutta la muraglia cinese. Ho visto scene di ordinaria follia, lettini richiudibili portati come baglio a mano, teglie di cibo, polli e altre bestie consumati come spuntini a bordo, gente seduta l’ una sul’ altra,  file inesistenti per andare in bagno, dovevi litigare con vecchiette, bimbi con gli open pants che urianono è sgagazzano da per tutto….insomma ho reso l’ idea. Lì non pensi ai comfort, ai disagi, o ai film in sola lingua cinese, lì è una battaglia! Ma per la Cina ne vale la pena. Ma questa è un altra storia che vi racconterò più in là.
     Per ora vi saluto lasciandovi un messaggio di pubblicità progresso: se per puro caso su un aereo troverete una ragazza curvy, biondina, con grossi occhiali che pesta i piedi alla gente, scusatela, non lo fa a posta, non giudicatela😔 Grazie.
    Per le altre mie mirabolanti avventure, foto, e disegnini seguimi su faccialibro o su Istantanea, per le mie amabili freddure cinguetta con me su Uccellinofischiettante, se vuoi che ti offra una pinta di grog pinteggiami sul social Puntina! Have a fun! Ciau!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...