Costa Azzurra e Provenza profumi, arte e sapori unici

    Salve viaggiatori! Da voi com’è il clima? Qui da me pare che la primavera sia partita, dico pare perché da qualche anno assistiamo a cambiamenti climatici da “The day after tomorrow”, quindi non mi meraviglierei se domani nevicasse…
    Detto ciò spendiamo due parole sul mio rapporto con il sole. Io e Sole siamo state amiche fino all eta’ di undici anni…dopodiché ha deciso di dichiararmi guerra.
fumetto SOLE_1_di Emanuela Novella
    Da allora non mi abbronzo più, ho capogiri se rimango più  30 min sotto di lei, non c’è vetro di automobile che schermi i suoi raggi nei miei occhi, o antiriflesso che regga, ogni estate sono immortatalata tipo talpa, ed infine, di recente, quella nana gialla, non mi fa neanche dormire! (si perché ho tolto le tende per le pulizie di primavera…le donne mi capiranno). Ovviamente con tutti questi enormi disagi che vivo di giorno mi vedo costretta a passare la mia esistenza chiusa al riparo dalla mia arci nemica. Mi rendo conto però che quella stella nana è necessaria, indispensabile, per la nostra sopravvivenza e allora realizzo che non c’è storia che tenga e, soprattuto in primavera, mi abbandono sotto i suoi raggi tipo lucertola.
    Due luoghi che nel corso del tempo hanno affascinato artisti, poeti e scrittori proprio per la luce ,che il sole, in quei luoghi, emana sono la Costa Azzurra e la Provenza. Non voglio parlarvi però della metà vacanziera da vip, spocchiosa al profumo di anni ’90, no, ma vi parlerò di quel sud della Francia vissuta  da Van Gogh mentre passeggiava d’avanti ai cafe  ad Arles; della  Montagne Sainte Victoire la montagna da cui Cézanne era ossessionato, proprio per lo studio della luce che fece su di essa dipingendo innumerevoli tele; del Paese degli artistiSt Paul de Vence suggestivo paesino sulla costa francese che ospitò Chagall; de  la Cappella del Rosario che Matisse decorò  a Vence, continuando verso Antibes sulle orme di Picasso, Renoir e Derain. 
Bancale_artista_francia_foto di Emanuela Novella
   Questi artisti, noti ai più’, hanno regalato a questi luoghi il fascino che meritano, li hanno decantati, abbelliti, colorati, dipinti, disegnati sperimentando giochi di luce, aggeggi che riflettevano immagini, specchietti che ribaltavano l’orizzonte, tutto per studiare la luce del sole che si infrange sulla materia. Per i fotografi, come me, questa e’ poesia, oltre che nascita dell’Impressionismo. E ancora oggi, confermo, che “impressionare” la mia CF con la luce magica nel sud della Francia, e’ un piacere!

   Ma non voglio annoiarvi con una lezione di storia dell’arte passiamo quindi agli itinerari possibili per visitare alcuni dei luoghi descritti su. 
    Inizio con il dirvi che se vi collegate a Ticketcrociere o siti simili, in alcuni casi, è possibile acquistare, a poche centinaia di euro, delle mini-crociere. Le compagnie in genere le effettuano per diversi motivi, spostare la nave, non avere la nave ferma in porto, completare il periodo lavorativo dell’equipaggio, e simili…ma noi non ci interessa perché lo fanno…l’importante è che lo facciano spesso! Alcune di queste toccano località come Cannes, Nice, Monaco, Marseille partendo da Genova
ferrari_monaco_foto di Emanuela Novella
   Se invece vivete nel Nord Italia, e vi piace guidare, on the road è sicuramente il metodo migliore per vistare il sud della Francia. Potete partire da Genova, bellissima città italiana, vedere magari l’acquario, proseguire per Sanremo e perdervi nelle sue strade apprezzando le diverse composizioni dei fiori.
     Salutate i confini italiani e proseguite sulla strada panoramica che collega Nizza (Nice)  a Mentone. Fin da subito apprezzerete la costa francese. Fermandovi a Nizza potrete girare per la città vecchia, vedere il bellissimo Marchè aux Fleurs oltre i fiori da regalare alla vostra amata,  potrete acquistare profumi, saponette, erbe profumate e saporitissimi frutti rossi da mangiare per stradaarc du Château zona alta della città da dove si gode una vista mozzafiato, raggiungibile con un ascensore, la Promenade, il Museo di Matisse e quello di Chagall. 
Nizza_cattedrale_foto di Emanuela Novella Nizza_centro storico_foto di Emanuela Novella
    Salite verso Nord direzione Vence, oltre le cose citate su, fermatevi a visitare il villaggio pedonale di St Paul de Vence e non perdetevi la Fondation Maeght galleria d’arte mozzafiato. Perché non assaporare le diverse soupe, con ortaggi di stagione freschissimi, oppure il famoso Ratatouille magari cucinato da un topolino!?
    Scendete sulla costa e fermatevi a Antibes villaggio pittoresco, capatina d’obbligo al museo di Picasso, all’interno dello Chateau Grimaldi. 
    Continuate la visita dirigendovi verso Cannes passeggiate sul Boulevard de la Croisette, assaporate il clima festivaliero. Girate per il centro storico, facendo attenzione alle mani impresse nel cemento dei vari astri del cinema. Assaporate i piatti locali a base di pesce, in special modo il baccalà, o i formaggi con delle confetture ai frutti rossi, e dopo magari delle dolcissime meringhe, ottime!
              Saponette Fragole IMG_6192
     Arrivate ai confini della Costa Azzura e valicate quelli della Provenza visitando Marsiglia (Marseille), magari potete soggiornare proprio qui qualche giorno e fare i vostri giri in auto con calma. Potete visitare il suggestivo Vieux Port pieno di barche colorate, una navigata lungo la Corniche per ammirare il paesaggio mediterraneo, il fortino, le mura della città, la Cattedrale da la Major e così via…rilassatevi con un bagno caldo con le saponette che tappezzano la città , o con gli oli essenziali alla lavanda.  A nord di Marsiglia vi troverete Aix-en-Provence già citata prima per l’ossessione di Cézanne, qui potete vedere la mitica montagna.
    Infine potete visitare Avignone, la capitale della Provenza, oltre le mura e il Palazzo dei Papi purtroppo la cittadina non è proprio carina.
vicolo_francia sud_foto di Emanuela Novella
    Bene questo itinerario del sud della Francia è finito! Vi linko l’itinerario su Google Maps. Se volete una meta on the road, con cenni artistici importanti, paesaggi romantici mozzafiato, profumi paradisiaci, vini, formaggi e piatti tipici da gourmet sono sicura che questi luoghi fanno per voi.
  Io intanto vado a ripararmi dal sole nella mia grotta; alla prossima!
Annunci

15 pensieri su “Costa Azzurra e Provenza profumi, arte e sapori unici

  1. iviaggidimonique ha detto:

    Adorata Costa Azzurra! Appena superato il confine i profumi, le palme e il blu del mare ti accolgono in tutta la sua bellezza, e io non mi stanco mai di tornare qui..ho la fortuna di arrivarci in auto in circa 2 ore a Mentone 😉 Saint Paul de Vence mi ha stregata, così come le lunghe spiagge di Ramatuelle e la storica Antibes. Ecco ora mi hai fatto voglia di tornare 😉

    Liked by 1 persona

  2. manu ha detto:

    Ciao Monique! 🙂 che fortuna si!!! che bello dai se ci ritorni ci fai un post e i corro… Saint Paul de Vence, Antibes hanno una luce magica davvero non c’è altra spiegazione!

    Mi piace

  3. manu ha detto:

    Ora come ora dato il festival di Cannes saranno invasi dai turisti, il periodo migliore secondo me è metà aprile. La fioritura è agli inizi e il sole inizia a riscaldare l aria. Sono posti magnifici.

    Mi piace

  4. La Folle ha detto:

    Che posti magnifici! Questa zona della Francia mi piace da morire e vorrei tanto visitarla prima o poi. L’on the road mi sembra la scelta migliore, mi piacerebbe tanto arrivarci da Genova come hai consigliato, perché non ho ancora visto nemmeno lei e la Liguria, e fare almeno Marsiglia e Nizza!

    Liked by 1 persona

  5. ursaeminor ha detto:

    La Provenza è meravigliosa, è uno dei miei tanti travel dream!
    In merito al sole…sto messa peggio di te!
    Anche io non mi abbronzo e sono sfigatamente piena di nei.
    Mi piace il fatto che per te il Sole è “femmina” XD

    Liked by 1 persona

  6. inworldshoeslucreziastefano ha detto:

    Siamo proprio in sintonia! 😀 Noi adoriamo la provenza, e abbiamo scritto parecchi articoli sul blog del nostro ultimo viaggio on the road in questa terra baciata dal sole, dai profumi buoni e dai fiori coloratissimi.. oltre che dall’arte ovviamente!
    E una che studia beni culturali come me poteva perdersi i capolavori degli impressionisti che qui hanno vissuto e sofferto – vedi van gogh – ? articolo STUPENDO!

    Mi piace

    • manu ha detto:

      💛💛💛💛💛anche io ho studiato arte e 💛💛💛💛 e quei luoghi sono la culla dell impressionismo – L presi storia della fotografia- e io ne sono affascinata è innamorata…oltretutto la luce effettivamente ha uno spettro diverso li… Quindi per me è il paradiso. Ho letto i vostri articoli e anche per questo ho riproposto questo mio vecchio. Canon+arte+Provenza sta nascendo un sodalizio 😂😂😂😂😂

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...